Galleria FSC 002 - Parrocchia Sacro Cuore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Galleria FSC 002

Galleria FSC
 XXI FESTA DEL SACRO CUORE DI GESU' 2013

È stato un triduo di Festa memorabile, non tanto e non solo, per la grandissima partecipazione di persone venute a stare insieme, ma per il bel clima di fraternità che, ancora una volta,  si è creato, tra i numerosi volontari. Tutti coinvolti dalla passione e dalla gioia di sentirsi parte di una medesima famiglia di fede. Abbiamo chiesto ad alcuni di loro di scrivere una breve sintesi delle tre giornate.
 
ALL’INSEGNA DELL’AMICIZIA E DELLA SOLIDARIETÀ
di Enrico Frau  
 
La Festa patronale del Sacro Cuore, organizzata dall’omonima Parrocchia, che comprende i quartieri del Campo Sportivo, Cerreto e Miami, poiché da anni si contraddistingue per la notevole e sempre più crescente partecipazione di pubblico, è divenuta di fatto un importante appuntamento ormai tradizionale, non solo per il territorio interessato, ma anche per l’intera città. Quest’anno la manifestazione, giunta alla 21° edizione, si è svolta nei giorni 7, 8 e 9 giugno ed ha richiamato migliaia di persone nell’area dei festeggiamenti, dove erano allestiti un  palco, gli stand delle varie realtà parrocchiali, molto visitati e i giochi gonfiabili gratuiti, graditissimi ai bambini. Sono infatti state tante le persone che hanno partecipato alla festa, il cui inizio è stato dedicato al Signore Gesù ed al suo Sacratissimo Cuore con la celebrazione della Santa Messa presieduta dal nostro Vescovo diocesano S.E. Mons. Gino Reali, terminata con l’Adorazione Eucaristica. Ha fatto seguito una cena comunitaria alla quale hanno partecipato molti parrocchiani. Il nutrito programma dei festeggiamenti si è svolto nelle tre giornate, con le esibizioni sul palco, con canti e scenette, dei gruppi parrocchiali, fra i quali applauditissima quella dei giovani della Parrocchia, con i tornei sportivi e ricreativi di calcetto e calciobalilla e con i vari saggi sportivi, canori e di ballo, di bambini e adulti, iscritti alle diverse associazioni. L’affluenza maggiore di pubblico, comunque, si è avuta per gli spettacoli serali del sabato e della domenica, con tantissima gente che riempiva tutti i tavoli per consumare i cibi preparati da volontari negli stands gastronomico e dei dolci, a prezzi estremamente popolari. L’estrazione della Lotteria e un finale suggestivo con i fuochi artificiali hanno concluso questa bellissima festa di popolo. Un evento ancora una volta riuscito, soprattutto se si considerano gli scarsi mezzi economici di cui dispone la Parrocchia. Determinante, per l’ottenimento di questo risultato, è il lavoro svolto dai volontari parrocchiali che, senza secondi fini ma spinti unicamente dalla loro fede in Cristo, hanno operato egregiamente con abnegazione  e con gioia, in un clima di fratellanza. Un eccellente organizzazione, bisogna dirlo, nella quale l’artefice principale è stato senza dubbio il Parroco don Giuseppe Colaci, per la sua forte e capace azione operativa, non solo dal lato spirituale ma anche da quello puramente materiale ed organizzativo. Facendo un resoconto conclusivo della manifestazione, c’è da dire che con il coinvolgimento di tanta gente è stato raggiunto l’obbiettivo più importante prefissato dagli organizzatori, che era quello di avvicinare le persone alla Parrocchia ed offrire loro una grande opportunità di incontrarsi,  di stare insieme e, quindi, di fare comunità, condividendo non solo momenti di svago e di divertimento, ma anche momenti di vita autenticamente cristiana, all’insegna dell’amicizia, del rispetto del prossimo e della solidarietà verso gli ultimi.
 
 
Venerdì 7 giugno: prima giornata della XXI Festa Patronale!
 
Lia Ferri
 
Come ogni anno alle ore 19,00 abbiamo partecipato alla Santa Messa celebrata insieme dal nostro Vescovo Gino e da altri sacerdoti e poi l’Atto di Riparazione per le “brutture” del mondo d’oggi, offerto al Sacro Cuore. A seguire la cena comunitaria, dove le nostre favolose cuoche hanno cucinato il primo e poi ogni partecipante era invitato a portare un secondo o contorno. La cena è stata servita dai gruppi della Pastorale Giovanile e intrattenuta dal gruppo musicale Habemus Rock. Quindi, abbiamo iniziato il nostro Palco vivace che ha visto alternarsi le diverse realtà che partecipano attivamente alla vita della Parrocchia. Ad aprire la serata, oltre ai nostri presentatori: Andrea, Lia e Bruno, è stata la giovanissima Elisa che ha cantato meravigliosamente "Destinazione Paradiso" e "Scintille"; poi a seguire il Gruppo delle Missioni ha recitato una scenetta autoironica, la serata già è piena di risate! Ma i più bravi sono stati i piccoli dell’Oratorio e del Gruppo Adolescenti, che hanno cantato prima "Grida nuova Umanità" e " E la strada si apre" e successivamente accompagnati dal nostro coro parrocchiale "Sulla Tua Parola". Ma le esibizioni non finiscono qui, dopo è stato il turno del Centro d'Ascolto che ci ha recitato una poesia dal titolo "Ascolto allo stato puro" e successivamente hanno cantato "L'amico è". Subito dopo sono saliti sul palco i ragazzi del Gruppo Giovanissimi che hanno proposto una serie di scenette comiche e le risate non finivano più!!!! Finalmente il turno dei Giovani che, mimetizzandosi tra il pubblico hanno dato il via alla loro esibizione, da un moderno Flashmob a un ritorno agli anni '80, con Jail House Rock per poi concludere con la versione adattata di Summer night's, dove simpaticamente hanno cantato la loro vita in Parrocchia. Per ultimi, ma non di importanza, si sono esibiti i nostri amati catechisti, con la canzone "Il mio canto libero! La serata non poteva concludesi se non tutti insieme... e allora tutti sul palco per la parafrasi cantata del famoso brano di Modugno Volare!!  
 
Grazie a tutte le realtà parrocchiali che hanno voluto partecipare all’ottima e divertente riuscita della prima serata della Festa Patronale. Un ringraziamento particolare ai presentatori, che con ironia, spontaneità e freschezza hanno guidato la seconda edizione del Palco Vivace!!
 
Inoltre un grazie di cuore al nostro amatissimo Parroco don Giuseppe, che con costanza, gioia e devozione ci guida da buon pastore!!!!!!
 
Sabato 8 giugno
Viviana Puglisi
 
È il secondo dei tre giorni di celebrazioni in onore del “Sacro Cuore di Gesù” dedicati dall’omonima Parrocchia di Ladispoli.
Inizialmente nata come ricorrenza propria del quartiere, poi, si è rapidamente allargata, sino a divenire un evento molto atteso che, ogni anno, coinvolge l’intera Città!
Siamo alla XXI edizione e, ormai da tredici anni, si svolge negli spazi antistanti la Chiesa al Cerreto. Il frenetico ed ordinato movimento delle numerosissime “magliette azzurre” indossate dai volontari inizia sin dalle prime ore del mattino!
Come formiche operose, i volontari si spostano velocemente per predisporre correttamente ogni cosa per la buona riuscita del programma. Esso, per la prima parte della giornata, prevede entusiasmanti esibizioni: dalla scuola di ballo “Puravida”, alla scuola di karate del M° Francesco Ortu e infine un concerto di flauti della classe 1C della scuola elementare “Ilaria Alpi”.
 
Il pomeriggio, invece, vedrà gareggiare bambini e ragazzi nel consueto “torneo di biliardino” e nei “giochi di strada”, a cura della Pastorale Giovanile, che da anni, ormai, collabora attivamente all’organizzazione. Dopo la Santa Messa delle ore 19,00, una nuova esibizione di bambini in “balli standard”. Il gran finale della serata, prevede l’atteso spettacolo musicale di Giuseppe Salsetta, ex allievo della famosa scuola “Amici” di Maria De Filippi, il quale intratterrà piacevolmente per più di due ore i numerosi spettatori accorsi, che potranno contemporaneamente gustare prelibate pietanze e squisiti dolci preparati negli “stands gastronomici” allestiti poco distante dal palco!
 
All’interno della nuova area recintata della Parrocchia, il pubblico si intrattiene spensieratamente passeggiando tra le bancarelle dei venditori ambulanti che partecipano alla manifestazione e tra gli “stands” allestiti dalle diverse realtà parrocchiali, nei quali è possibile acquistare simpatici ed utili oggetti, realizzati dalle volontarie a scopo di beneficenza ed a prezzi contenuti!
 
Poco distante dagli stands e dalle bancarelle, una novità: l’angolo di svago per i più piccoli con degli enormi “gonfiabili” coloratissimi e gratuiti che intrattengono allegramente i bambini, mentre i genitori passeggiano tra le bancarelle, ascoltando la musica che proviene dal palco.
 
L’atmosfera è distesa e serena, tutti sembrano godere piacevolmente di quanto è stato preparato e messo a loro disposizione per la miglior riuscita della serata! I volti distesi ed i sorrisi delle persone presenti ripagano il paziente e faticoso lavoro degli organizzatori e dei volontari che, nonostante l’intensa “maratona” del triduo di festa e lo “stress” dei concitati momenti di maggior ressa di pubblico, ugualmente dimenticano la stanchezza e la fatica, perché tutto è fatto con grande amore.
 
È questo il vero ed unico segreto della perfetta riuscita della festa, che è entrata nella tradizione della città!!!
 
E ciò traspare sicuramente all’esterno, perché non è raro che persone del pubblico accorso si complimentino - piacevolmente stupite - per la meravigliosa atmosfera di collaborazione e di fraternità che si “respira” tra i volontari che, dopo numerosi anni di partecipazione e consolidata esperienza nelle varie attività, si sono trasformati in un vero “staff” di operatori seri e “professionali”, sempre più capaci di autonomia, ormai “specializzati” e consapevoli dei loro compiti!
 
Ugualmente, la serietà “professionale” non esclude la grande allegria che regna sovrana per l’intera durata della festa, particolarmente all’interno dello “stand” gastronomico: il lavoro è duro e frenetico, ma viene svolto in un clima di festosa complicità, tra balli improvvisati, scherzi e canti…
 
Un bilancio assolutamente positivo che alimenta e rafforza lo spirito di collaborazione e lo slancio di volontariato che anima l’intera “squadra”!
 
E, se è vero che “l’unione fa la forza”, il futuro non potrà che portare esperienze sempre migliori, con le quali rendere maggiore omaggio al prezioso e venerato “Sacro Cuore di Gesù”, cui dedichiamo con gioia e devozione il nostro operato!
 
Domenica 9 giugno
Daniela e Pasquale Rauccio
 
Drin drin drin... ore 7,00... la sveglia suona... è ora... ci si deve alzare!!!
 
Tutti pronti... con indosso la maglietta azzurra, colore che quest'anno contraddistingue la XXI edizione della Festa Patronale, ci si ritrova in "piazza", una via che per tre giorni lo è diventata, in attesa di quella definitiva che la comunità del Sacro Cuore attende speranzosa da anni... prima o poi arriverà!
 
Ognuno ha il proprio incarico, tutti all'opera... c'è un gran movimento di persone, c'è da organizzare tutto nei minimi particolari per accogliere al meglio, anche oggi, le numerose persone che vorranno condividere questa esperienza di comunità in festa. Il terreno antistante la Parrocchia è stato allestito da stands di alcune realtà parrocchiali come Caritas, Missioni, Centro d'Ascolto e lo stand della pesca di beneficenza curata dai catechisti, che con pazienza hanno selezionato e preparato tutto il materiale. Non poteva mancare lo stand della Pastorale Giovanile che, con vari giochi a premi, ha fatto divertire piccoli e grandi. Per la gioia dei bambini e non solo, ne sanno qualcosa i nostri giovanissimi, sono stati montati due gonfiabili, l'utilizzo di questi era totalmente gratuito, è stato possibile grazie a degli sponsor che hanno offerto il costo del noleggio.
 
La mattinata scorre serenamente e velocemente, vengono rispettati gli orari delle Sante Messe delle 9,00, delle 11,00 e delle 19,00 dove i volontari, a turno, non si sono fatti mancare l'appuntamento domenicale con il Signore.
 
Le campane suonano l’Angelus... è mezzogiorno!!! Quindi alcuni volontari preparano il pranzo per tutti, altri preparano il salone polivalente per accogliere al meglio, quanti vorranno fermarsi a consumare un pasto semplice... un momento rilassante dove ci si ritrova, ci si scambiano battute e suggerimenti.... non vorremmo alzarci più, si sta proprio bene, al fresco e comodamente seduti... ma c'è l'ultimo atto di questa tre giorni di festa che ci attende... e allora via... ognuno dà una mano a sparecchiare, a portare i tavoli fuori… in tanti a collaborare ed aiutare, un'autentica espressione di comunità!!
 
Verso le 16,30 iniziano ad arrivare le scuole di ballo, che da lì a poco si esibiranno sul palco, si alterneranno per tutto il pomeriggio i gruppi "Puravida", "Arti della Danza" e "Butterflydance". Esibizioni frizzanti, con costumi variopinti, capaci di coinvolgere tutta la piazza con evidente soddisfazione degli insegnanti e del pubblico. Seguono le premiazioni dei vincitori dei tornei di biliardino e di calcetto, da parte del Parroco don Giuseppe. Il torneo di calcetto in particolare ha visto coinvolti molti ragazzi della parrocchia e non solo che hanno giocato divisi per categoria, al campo Marescotti. Per questo un ringraziamento al presidente dell' U.S. Ladispoli calcio per aver messo a disposizione il campo tutti i pomeriggi precedenti la festa. Un grazie va anche a Pietro, che con competenza e dedizione, ha organizzato e seguito tutto il torneo.
 
La piazza è gremita, i volontari  pronti, mentre sul palco salgono i ragazzi della “Banda Babele” diretta dal maestro Francesco Davia, si esibiscono suonando vari pezzi con strumenti a fiato e percussioni... Bravissimi!!!!
 
È giunta l'ora di dar vita all'ultima serata della "Festa del Sacro Cuore"  ed ecco prepararsi sul palco i campioni internazionali, maestri di balli standard e latino americani Fabio D'Annunzio e Serena Serra, veramente sorprendente vederli ballare, complimenti!!
 
Subito dopo il nostro Andrea Della Vecchia, direttamente da "Altrimenti ci arrabbiamo" di Milly Carlucci che con la sua squadra si è esibito in un numero di ballo hip pop.
 
Infine i “Quasar band”, con brani degli anni ‘60-’70, tra un brano e l'altro di questi ultimi, si sono esibiti vari dilettanti locali, anche loro lì a dare un prezioso contributo alla riuscita della serata. Verso le ore 23,00 la tanto attesa estrazione dei biglietti della lotteria, fonte di tutto riguardo per il finanziamento della tre giorni di festeggiamenti. I premi sono offerti dai vari commercianti di Ladispoli, sensibili a quest'evento: anche a loro un Grazie!!!
 
La XXI edizione ci saluta con un meraviglioso spettacolo pirotecnico dandoci appuntamento all'anno prossimo. È ormai mezzanotte, quando in piazza rimangono soltanto i volontari che si dedicano a risistemare tutto, perché l'indomani quella "piazza" (che per tre giorni è stata abitata da una grande famiglia nella gioia e fratellanza, ricca d'accoglienza e di collaborazione), ritornerà ad essere una semplice "via"- via dei Fiordalisi, dove tutti correranno velocemente verso le loro mete e i loro progetti.
 
Verso le due di mattina la stanchezza la fa da padrona, ma come dice spesso il nostro Parroco: la stanchezza passa.... il ricordo rimarrà per sempre!!!
 
Questo è il nostro augurio che rimanga in ognuno di noi il ricordo di aver contribuito alla buona riuscita della Festa Patronale e ad una calda esperienza di comunità cristiana.

ARTICOLO TRATTO DAL GIORNALINO BARAONDA



Torna ai contenuti | Torna al menu